C&P Adver
Grafica · Comunicazione · Web · Artwork
Dal 1986 lavoriamo per creare identità forti
Visita il sito C&P Adver
C&P Adver
Presentazioni dei libri, notizie, recensioni
Visita il blog Effigi

Benedetta Origo, Morna Livingston, Laurie Olin, John Dixon Hunt

La foce · Un giardino in Val d’Orcia

2004

Il volume è esaurito

Prezzo
70,00 €
Collana
Editrice Le Balze
Pagine
302
Formato
25,0 x 25,0 cm
Legatura
Cartonato
ISBN
88-7539-007-5

Il complesso della Foce costituisce uno degli esempi più importanti e meglio conservati di giardino italiano del primo Novecento. Il libro è una contemplazione, più che uno studio, delle molteplici sfaccettature della casa, dei giardini e della tenuta compresi sotto questo nome.

La foce · Un giardino in Val d’Orcia

La foce · Un giardino in Val d’Orcia

Il complesso della Foce costituisce uno degli esempi più importanti e meglio conservati di giardino italiano del primo Novecento. Con le sue movimentate vedute sulla campagna toscana, la Foce realizza in pieno l’ideale di giardino della marchesa Iris Origo, affermata scrittrice. Affascinati dall’ordine e dalle simmetria dei giardini fiorentini, Iris e suo marito Antonio Origo acquistarono nel 1924 la villa in rovina e con l’aiuto dell’architetto inglese Cecil Pinsent, loro intimo amico, riuscirono a portare in vita la naturale magia della tenuta. Fu Pinsent a disegnare le semplici ed eleganti strutture dei giardini delimitati da siepi di bosso, modellando in tal modo la crescita dei cespugli, piante sempreverdi e rampicanti e ottenendo, senza alcun dubbio, un risultato dei più felici. Il giardino è il luogo di insolita e sorprendente bellezza, oasi verdeggiante nel mezzo dell’arida terra senese. Situata in Val d’Orcia, un’ampia vallata della Toscana sud-orientale, la Foce oggi è retta e abitata da Benedetta e Donata Origo, che una volta a settimana aprono i suoi cancelli ai visitatori.

La Foce, un giardino e un paesaggio di Toscana è una contemplazione, più che uno studio, delle molteplici sfaccettature della casa, dei giardini e della tenuta compresi sotto questo nome. Si apre con una saggio storico e una serie di ricordi familiari della famiglia di Antonio e Iris Origo, i creatori della Foce, ed è completato da fotografie, da disegni e da un’analisi critica sui giardini. Ma il volume non si limita a concentrarsi sulla loro bellezza o sul loro essere, indiscutibilmente, esempi perfettamente riusciti di architettura paesaggistica; al contrario, essi sono qui considerati nel doppio contesto topografico e storico-geografico del vasto paesaggio toscano. È un libro che farà la gioia dei “viaggiatori di poltrona”, degli architetti paesaggisti, degli amanti del giardinaggio e di chiunque provi interesse per la cultura toscana. La Foce propone un insolito colpo d’occhio sugli aspetti solenni, romantici e privati di uno degli angoli più incantevoli e incantatori della terra.

Benedetta Origo: musicista, è la proprietaria della Foce.
Morna Livingston: insegna Design, Disegno e Architettura Locale della Philadelphia University.
Laurie Olin: è Professore di Architettura del Paesaggio all’università of Pennsylvania e presidente della Olin Partnership.
John Dixon Hunt: è un Professore di Architettura del Paesaggio alla University of Pennsylvania.

Editrice Le Balze

« | »