C&P Adver
Grafica · Comunicazione · Web · Artwork
Dal 1986 lavoriamo per creare identità forti
Visita il sito C&P Adver
C&P Adver
Presentazioni dei libri, notizie, recensioni
Visita il blog Effigi

€ 12,75

15,00

15% di sconto Spedizione gratis

a cura di Renata Caprini Ginesi

Le piccole storie del gusto

2019

Prezzo
15,00 €
Collana
Narrazioni
Pagine
256
Formato
15,0 x 21,0 cm
Legatura
Brossura
ISBN
978-88-5524-051-2

Un libro costruito con amore, da leggere con attenzione, lentamente, assaporando le parole, come un cibo prelibato.

Le piccole storie del gusto

Le piccole storie del gusto

All’ombra della letteratura

È questa la straordinaria potenza della memoria individuale.
Scrive il professor Alfredo Franchi, saggista e filosofo, in una riflessione sul celebre episodio della Madeleine in Proust: “La salvezza giunge non dalla ricerca intellettuale, anche la più sofisticata, non dalle memorie volontarie, ma dal dono gratuito ed inaspettato delle memorie involontarie in cui si fondono l’emozione del presente e del lontano passato in una coincidenza mirabile che ne manifesta l’identità, l’essenza immutabile sottratta alla corrosione del tempo”.

Dono gratuito della memoria, sono Le piccole storie del gusto, un libro “costruito con amore, da leggere con attenzione, lentamente, assaporando le parole, come un cibo prelibato”.

È con Le piccole storie del gusto. All’ombra della letteratura che UNITRE, l’Università delle Tre Età, celebra il decennale della sua nascita a Scansano.

Il libro, ideato e curato dalla scrittrice Renata Caprini Ginesi a cui è affidato da qualche anno il corso di letteratura, conduce per mano il lettore in un viaggio culturale tra letteratura e cibo e al tempo stesso lo invita a fruire di quelle Piccole storie del gusto che proprio questo tema, affrontato durante l’anno accademico, ha suscitato alla memoria dei partecipanti al corso.

Oltre alla bellezza dei testi di grandi scrittori, sia classici che contemporanei, il libro vive degli scritti di questi autori sconosciuti, brevi pagine senza dubbio meno fulgide, eppure di grande sensibilità, ricche di emozioni spesso vissute durante l’infanzia, quando la tavola era il fulcro della convivenza familiare e il cibo costituiva il segno di una essenzialità e semplicità della vita.

Narrazioni

« | »