C&P Adver
Grafica · Comunicazione · Web · Artwork
Dal 1986 lavoriamo per creare identità forti
Visita il sito C&P Adver
C&P Adver
Presentazioni dei libri, notizie, recensioni
Visita il blog Effigi

€ 8,50

10,00

15% di sconto Spedizione gratis

a cura di Mariagrazia Celuzza e Cecilia Luzzetti

Valle d’Oro · Parco archeologico e paesaggistico

2013

Prezzo
10,00 €
Collana
Microcosmi delle arti
Pagine
112
Formato
15,0 x 21,0 cm
Legatura
Brossura con alette
ISBN
978-88-6433-331-1

Il Catalogo della mostra che ripercorre oltre 2000 anni di storia del passaggio dell’uomo nella “Valle d’Oro”, trattando dei fatti storici, dei siti archeologici rinvenuti, degli elementi paesaggistici, del percorso amministrativo possibile per la creazione del Parco e delle prime ipotesi di itinerari di visita.

Valle d’Oro · Parco archeologico e paesaggistico

Valle d’Oro · Parco archeologico e paesaggistico

Studio di fattibilità

Considerando queste campagne e in particolare il loro cuore, rappresentato dalla Valle d’Oro, resto ancora oggi pieno di ammirazione per la sorte fortunata toccata a questa parte d’Italia, la quale, pur essendo vicina al mare e ai lenocini delle vacanze, ha preservato miracolosamente il suo patrimonio archeologico, paesistico e monumentale, risparmiato quasi per incanto da quella cementificazione, che è la materia di cui si pascono gli “animal spirits”, non adeguatamente domati, del capitalismo più immaturo e selvaggio (il capitalismo migliore pianifica, salvaguarda, come accade in Europa Settentrionale). I patrimoni spesso si disperdono in piaceri e rendimenti immediati. Ciò avviene nelle grandi famiglie, ma anche nella società. Vi è dunque necessità di continuare a tutelare questo paesaggio agrario, saturo di monumenti, che è di alta rilevanza nazionale e internazionale. La presenza di Cosa, colonia esemplare per capire il potere e la civiltà di Roma, implicherebbe che il suo agro, altrettanto esemplare, venisse salvaguardato da specifici provvedimenti di tutela da parte del Ministero per i Beni culturali e ambientali e dall’interesse ed amore per i luoghi degli Enti locali. Da questo punto di vista il libro che si pubblica si pone come una documentazione organica volta a giustificare un tale orientamento e una tale valutazione. Perché non pensare a un parco? Perché non scavare alcuni insediamenti rurali per renderli di pubblica fruizione?

Andrea Carandini
Dall’introduzione al libro Paesaggi D’Etruria
Roma 2002


Valle d’Oro · Parco archeologico e paesaggistico – Studio di fattibilità
Capalbio, il Frantoio, via Renato Fucini 10
29 giugno – 14 luglio 2013

www.valledorogiardino.com

Microcosmi delle arti

« | »